Bio


Amo la fotografia perché, spingendomi ad essere completamente attento e presente, mi fa accorgere che esiste un intero universo di cose dentro un qualsiasi frammento della realtà.

Riccardo De Massimi nasce nel 1960, abita e vive Roma fin da bambino.
Durante gli anni dell’adolescenza ha modo di entrare in contatto della reflex appena acquistata dal fratello maggiore, innamorandosene a prima vista.
Con lui sperimenta presto anche la magia della camera oscura: il silenzio della concentrazione nella fioca luce rossa, le vasche degli acidi, la palpitazione generata dal veder sbocciare l’immagine sul foglio di carta…
Parallelamente intraprende un percorso ininterrotto di conoscenza della storia dell’arte con particolare attenzione al lavoro dei migliori fotografi e pittori.
Negli stessi anni, oltre ad impegnarsi negli studi, inizia ad approfondire con passione quel patrimonio di riflessioni che la filosofia, le religioni e la psicologia hanno lasciato in dote all’umanità, divorando molti testi. Superata la maturità, non soddisfatto di una conoscenza puramente concettuale, va alla ricerca dei valori e dei motivi che sottendono la vita degli uomini, delle motivazioni più profonde, dei significati con cui l’umanità dipinge la sua vita ed i suoi intenti, intraprendendo viaggi esplorativi in tutto il mondo.

FOR A HUMANISTIC PHOTOGRAPHY


A pochissimi spiriti è dato scoprire che le cose e gli essere esistono (S. Weil).

 

    Segui questo link per accedere alla Informativa sulla Privacy